Fondazione 15 Agosto 1964

Formata con il territorio ritagliato a nord del centro storico tra la ferrovia e l’autostrada, venne eretta canonicamente il 15 agosto 1964 e riconosciuta civilmente il 27 novembre 1965. In vista di un rapido sviluppo urbanistico e demografico, il 17 giugno 1962 veniva eretta una delegazione vescovile affidata a don Giuseppe Chiodi. Fin dal 10 luglio veniva presentato il progetto di una chiesa sufficiente all’aumento continuo della popolazione e per la quale la parrocchia di S. Maria Assunta offriva un’area di 13 mila mq., in cambio dell’invito dell’arciprete di S. Maria alla celebrazione della Messa il giorno della festa del titolare S. Giuseppe. Il 22 settembre 1962 veniva posta e benedetta la prima pietra della chiesa progettata dall’arch. Guido Isella e affidata all’impresa del geom. Clementi e poi alla ditta Martinelli di Cologne. Di essa il 18 aprile 1963 veniva benedetto il seminterrato che funzionò come prima chiesa, mentre il complesso definitivo veniva finito nel 1969 e consacrato il 31 ottobre 1972. Il tempio ha una capacità nello spazio riservato ai fedeli, di oltre 600 mq. La parte destra del tempio, vista dall’ingresso principale, è occupata dall’altare, dal Santissimo e dal pulpito, quella opposta dal battistero e dai confessionali. Il battistero è di concezione biblica: una grande vasca nella quale viene battezzato il neonato. A lato è stato ricavato un salone dove ogni giorno viene celebrata la Messa per i fedeli mattutini; l’ambiente è riscaldato. Sopra il tempio poi, il progettista ha sistemato un altro salone che consente alle mamme di ascoltare la Messa coi bambini senza disturbare i fedeli. Lo scantinato, che aveva svolto le funzioni di chiesa, è stato trasformato in aule scolastiche con relativi servizi ed in una palestra con docce e servizi vari. La cella campanaria, invece, sovrasta di poco la grande cupola. 

La chiesa venne in seguito abbellita nel 1984 con un quadro secentesco dell’Ultima cena, nel 1985 con l’organo., nel 1987 con un bassorilievo del francescano p. Nazareno Panzeri, raffigurante la storia della salvezza, nello stesso anno di un affresco di don Luigi Salvetti raffigurante S. Giuseppe e il Magistero ecclesiale d’oggi. Nel frattempo veniva dal 1963 eretto l’oratorio inaugurato nella prima parte il 14 maggio 1966.