L’iniziazione cristiana è il cammino di fede che, grazie soprattutto ai sacramenti del Battesimo, della Cresima e dell’Eucaristia, introduce nella vita cristiana, cioè fa diventare cristiani, inserendo  nel mistero di Cristo e della Chiesa.

La catechesi dell’iniziazione cristiana non è semplicemente insegnamento dottrinale né  introduzione ai sacramenti, ma è “introduzione globale alla vita cristiana”.

Di conseguenza, occorre tenere presente il principio giuda dell’ICFR: il coinvolgimento della comunità e soprattutto dei genitori (o accompagnatori), la cui disponibilità a seguire il figlio e, quindi, a fare loro stessi un cammino di fede, partecipando anche ad appositi incontri di evangelizzazione, va ritenuta una condizione indispensabile perché il fanciullo stesso possa effettuare il cammino di iniziazione cristiana.

Tutta la comunità, i diversi operatori pastorali, gli stessi animatori del tempo libero, i vari gruppi, le aggregazioni  e i movimenti si sentano fattivamente responsabili  nel generare alla fede cristiana le nuove generazioni. 

È noto, tuttavia, che a dare il tono più significativo e autorevole alla comunità cristiana sono soprattutto gli adulti. È solo nel contesto di una comunità cristiana di adulti che trova il suo luogo naturale anche una introduzione alla fede dei bambini. 

Nel Documento diocesano della nostra Diocesi si ribadisce che «nell’ICFR la famiglia ha un ruolo tutto particolare». 

«Quali che siano le situazioni, – continua il Documento – è indispensabile ricercare il coinvolgimento della famiglia, per lo meno di alcuni suoi membri (anche solo fratelli o sorelle, parenti ecc.) o di persone collegate alla famiglia che possano “adottare spiritualmente” il fanciullo che intraprende il cammino». 

Il Documento diocesano sulla ICFR non accetta, perciò, la legge della delega. Esso ritiene che nel campo della ICFR la parrocchia non possa e non debba sostituirsi alla famiglia che è la prima responsabile dell’educazione anche cristiana dei figli. Oggi è urgente far sì che la famiglia si riappropri del suo ruolo di trasmettitrice della fede e la parrocchia diventi aiuto, supporto, luogo di verifica e di accoglienza di questa fede. È evidente il cambio di prospettiva: da una catechesi condotta soltanto dal catechista, dal sacerdote o dalla suora, a una catechesi che vede protagonisti gli stessi genitori.

Modulistica ICFR 2020-2021

Autocertificazione Padrino/Madrina Cresimascarica
Patto di responsabilità reciproca Covid 19scarica
Iscrizione percorso di iniziazione Cristianascarica

Sussidi

Sussidio di tutti i Santi e Defunti (2020)scarica
Le Preghiere del buon cristianoscarica
Anno liturgicoscarica